Segnalata la truffa dello sblocco dei pacchi in giacenza. Come funziona

Una nuova truffa segnalata in Liguria, in particolare nel capoluogo
Sempre più in uso l’e-commerce, soprattutto a causa degli ultimi blocchi causati dal coronavirus e noi lo sappiamo: laddove va forte il commercio, tentano il colpo i truffatori.
Con l’online è infatti aumentato notevolmente il numero delle spedizioni di pacchi. E’ la truffa dello sblocco dei pacchi in giacenza.
Come funziona?
Secondo quanto raccontano i giornali locali, un sms viene inviato al numero della vittima.
Nel messaggio si chiede il versamento di una piccola somma (attorno ai 2 euro) per sbloccare un pacco. Chi ci cade, inserisce i dati della carta di credito su un sito web. Poi parte l’attacco “smishing”, nuovo metodo di phisging.
“Dietro a questi messaggi – scrive GenovaToday – si celano truffatori che cercano di carpire informazioni riservate degli utenti (come in questo caso i dati della carta di credito)”
“Una volta ottenuti i dati, per i malintenzionati diventa semplice svuotare la carta con trasferimenti mirati o acquisiti, che verranno ovviamente addebitati sulle carte degli sprovveduti. Ancora una volta si invitano gli utenti a prestare la massima attenzione ai messaggi ricevuti, evitando di aprire link sospetti e, ovviamente, a non fornire i dati della propria carta di credito, a meno che non stiate operando sui siti e-commerce dei venditori, che dispongono invece di tutti i sistemi di protezione necessari”.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post