Natalina è rimasta sola: adesso è la nonna adottiva dei Carabinieri e lei li chiama ogni giorno: “Come state? Io tutto bene?”

E’ una storia ordinaria e straordinaria allo stesso tempo quella di nonna Natalina. Ce ne parla la redazione torinese de La Repubblica.
Natalina, nata 82 anni fa, a Capriata d’Orba (provincia di Alessandria), nel giorno di natale, tutti i pomeriggi chiama i Carabinieri per sincerarsi della loro giornata e, racconta il quotidiano “se la telefonata non arriva puntuale, dalla caserma la cercano per assicurarsi che stia bene”
La donna, rimasta sola da qualche anno, ogni pomeriggio telefona alla locale caserma per fare due chiacchiere ed i Carabinieri l’hanno così “adottata”.
Appena brevi conversazioni bastano per farla sentire al sicuro.
L’abitudine, spiegano i militari, è nata quando in zona si aggirava un’auto sospetta:”durante il controllo contattarono la donna per chiederle se avesse visto qualcosa e lei, preoccupata, aveva continuato a chiedere notizie anche nei giorni successivi chiamando in caserma”.
Una volta cessata l’emergenza l’abitudine è rimasta. E così, i militari, oltre a chiacchierare con lei ogni giorno, vanno anche a trovarla. Per questo Natale le hanno portato il panettone.
“Questa storia ci dimostra come le persone possono chiamarci ogni volta che hanno bisogno perché siamo pronti ad aiutare”, sottolinea il comandante della Compagnia di Novi Ligure.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post