Ai domiciliari per violenza domestica e di genere

Nella mattinata del 20 dicembre 2019, i Carabinieri della Stazione di Macerata Campania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza cautelare applicativa della misura coercitiva degli arresti domiciliari, emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE) su conforme richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di un indagato, gravemente indiziato del reato di corruzione di minorenne (art. 609 quinquies c.p.). La misura cautelare riflette gli esiti di breve e serrata attività investigativa, coordinata da questa Procura della Repubblica, avviata a seguito della denuncia sporta lo scorso 5 dicembre dalla madre della vittima, minore di anni 12. In particolare, l’attività investigativa è stata sviluppata mediante acquisizione delle immagini captate da sistemi di videosorveglianza, nonché attraverso attività di riscontro realizzate dalla polizia giudiziaria a margine di mirati servizi di osservazione e pedinamento. L’impianto indiziario-probatorio, integrante i presupposti cautelari, è stato, poi, avallato dalle dettagliate informazioni offerte da alcune persone informate sui fatti. Il provvedimento rientra nell’ambito delle indagini finalizzate alla prevenzione e tempestiva repressione, così come richiesto anche dalla legge nr. 69 del 19 luglio 2019 (convenzionalmente denominata “Codice Rosso”), dei fenomeni criminali connessi a violenza domestica e di genere.
Santa Maria Capua Vetere,
27 Dicembre 2019.
IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA
Dott.ssa Maria Antonietta Troncone

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post