Fiera giornaliera nel padiglione di S.Eligio.

Il mercato giornaliero troverà presto una sua riqualificazione. Nell'idea del consigliere comunale Antonio Minoja una nuova strutturazione della fiera giornaliera che il delegato al commercio immagina nell'attuale padiglione  di S.Eligio. Il progetto prevede la costruzione di 35 box dove allocheranno i commercianti che ne faranno richiesta. Non solo ma la novità è che il mercato si protrarrà anche nel pomeriggio, a differenza dell'attuale fiera che si tiene nelle sole ore anti meridiane.  Per quel che concerne la piazza Etiopia, Minoja ha in mente di riqualificare l'area, destinandola a fiera dell'antiquariato o ad altre manifestazioni culturali, considerata l'importanza storica e la particolarità architettonica della stessa. Il consigliere delegato Minoja in proposito: "E' utile fare un  po' di chiarezza sull'argomento della fiera giornaliera, circa il quale ritengo non tutti hanno le idee chiare. Quanti hanno a cuore lo sviluppo della città non possono non essere d'accordo con la necessità di rivedere l'attuale mercato giornaliero. I box che costituiremo saranno in numero di 35; un numero maggiore di mercanti rispetto all'attuale, che consentirà una scelta più completa dei prodotti d'acquistare e un servizio migliore quindi rispetto a quello odierno. Chi vorrà potrà fare richiesta ma certamente gli attuali mercanti avranno diritto di precedenza.  Non solo più soddisfacente  sarà anche l'igiene dei luoghi, considerato che attualmente la piazza Etiopia è piena di rifiuti abbandonati dagli operatori commerciali, nonostante esistano due ordinanze, la 79 e la 80 che obbligano i mercanti a lasciare puliti i luoghi dove allocano gli stands . Polemica priva di fondamento è quella che attiene al  carico e scarico delle merci; per aiutare i commercianti sarà aperta una seconda via di accesso che velocizzerà le operazioni . La nuova piazza sarà un piccolo centro commerciale, con la novità che le ore di vendita si allungheranno anche nel pomeriggio, cosa che attualmente non è. È inutile sostenere la difficoltà per i cittadini di poter effettuare gli acquisti nelle nuova area che si vuole adibire a mercato per la scarsa facilità di parcheggiare, perché il mercato si ritroverà di fronte all'erigendo parcheggio sotterraneo di piazza Umberto I. Mi meraviglio del centro sinistra che si dice progressista  che non comprende  tale scelta. Tale novità consentirà una migliore razionalizzazione del settore delle vendite e costituirà fonte di nuove opportunità lavorative.  Ritengo inutile organizzare un referendum per sondare l'opinione dei cittadini, perché è  bene  utilizzare questo strumento di consultazione popolare per questioni più importanti".

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post