Concorso Polizia di Stato 2020: le novità

Sicuramente è uno dei concorsi più attesi del 2020, soprattutto tra i tanti giovani in cerca di un impiego dopo il completamento del loro percorso scolastico, o tra gli appassionati e desiderosi di iniziare una carriera nelle Forze dell’ordine. Tuttavia, anche lo svolgimento del concorso della Polizia di Stato subirà qualche modifica a causa dell’attuale emergenza sanitaria in corso per la pandemia Coronavirus. Ecco le informazioni principali relative al concorso.
LE ULTIME NOVITA’
Già all’inizio del mese di aprile, la Polizia di Stato ha pubblicato una comunicazione relativa ai concorsi sul sito ufficiale. Nella nota venne comunicato al pubblico che, a causa dell’emergenza causata dal Covid 19, “la sospensione delle attività concorsuali, che implicano la movimentazione di persone, proseguirà fino al 16 maggio 2020”. Secondo tale informativa, bisognerà quindi attendere il prossimo 16 maggio per avere maggiori notizie in merito allo svolgimento dei concorsi.
La nota prosegue affermando che le procedure per lo svolgimento dei concorsi non si arresteranno, nonostante la pandemia in corso. Inoltre, si specifica che si terrà conto delle direttive governative da adottare nel contesto di emergenza sanitaria.
Infine, nella Gazzetta Ufficiale del 17 aprile 2020, è apparsa una nota che comunica il rinvio del diario della prova scritta del concorso pubblico. La data prevista per la nuova pubblicazione sarà quella del 5 giugno 2020.
POSTI, REQUISITI E PROVE
I posti disponibili per il concorso sarebbero 1650, per unità da inquadrare nel ruolo di allievi agenti. I requisiti principali sono la cittadinanza italiana, il godimento dei diritti civili e politici e il diploma di scuola secondaria di secondo grado. Sono inoltre necessari i requisiti psico-fisici che saranno anche testati nel corso delle prove di concorso. Per quanto riguarda i requisiti anagrafici, possono partecipare al concorso i candidati che abbiano compiuto il 18esimo anno di età ma che non abbiano compiuto i 26 anni.
Per quanto riguarda le prove, il concorso consiste in una prova scritta e nella valutazione psico-fisica del candidato. In merito alla prima, si tratterà di quesiti a risposta multipla su argomenti che vanno dalla lingua inglese alla logica, passando per la cultura generale e l’informatica. Per le modalità e le tempistiche di svolgimento sarà necessario attendere la comunicazione ufficiale da parte della Polizia di Stato.
Gli ulteriori accertamenti saranno invece suddivisi in: prove fisiche, accertamento psico-fisici e accertamenti attitudinali. Nel primo caso, sarà necessario effettuare prove quali una corsa a 100 mt, il salto in alto e i piegamenti sulle braccia. Gli accertamenti psico-fisici e quelli attitudinali prevederanno invece degli esami medici e dei test e colloqui atti a valutare l’effettiva idoneità del candidato alla professione.
Per maggiori informazioni sulle date del concorso e sulle direttive sulla presentazione della domanda si consiglia di consultare il sito della Polizia dello Stato, sul quale saranno possibile visualizzare ogni nuovo aggiornamento.
Tags: concorso, Polizia di Stato

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post