Giovedì 5 dicembre la consegna delle Stelle al Merito a società, dirigenti, atleti e tecnici

Parata di campioni giovedì 5 dicembre alle 17.30 nell’Aula Magna Mario Carfagna” dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli presso il Dipartimento di Matematica e Fisica in viale Lincoln a Caserta, in occasione della consegna delle Stelle al Merito Sportivo, delle Medaglie al Valore Atletico e delle Palme al Merito Tecnico, assegnate dal Coni per il biennio 2018/2019 a dirigenti, atleti, tecnici e società sportive meritevoli di Terra di Lavoro. Tra gli atleti top i tricolori di pugilato Angela Carini, Raffaele Munno, Gianluca Russo, il tiratore Tammaro Cassandro argento mondiale nello skeet, la karateka Alessandra Mangiacapra per l’argento iridato e quello europeo e tanti altri a livello internazionale e tricolore. Di rilievo l’incremento dei risultati tra gli sport paralimpici con Alessandra Vitale già qualificata per l’Olimpiade di Tokio con le azzurre di sitting volley, il karateka Giovanni Improta bronzo europeo, il taekwondista Riccardo Zimmermann oro europeo e tanti altri. In passerella anche i benemeriti dirigenti sportivi, cui sono andate le Stelle al Merito Sportivo: quella d’oro ad Atos Giorgio Lugni per l’atletica ma anche per una vasta attività polisportiva; quella d’argento a Gaetano Cinque per la pallavolo; quella di bronzo a Mario Masi per la scherma. Tra le attestazioni per i tecnici: Pasquale D’Aniello, palma d’argento per la pallavolo; le palme di bronzo sono andate a Ewa Borowa e Mario Renzulli per la scherma; Raffaele Munno e Giuseppe Perugino per il pugilato. I trofei del Coni Caserta andranno anche alle società neopromosse nei campionati nazionali e cioè la Volalto Caserta 2.0 salita in A1 di pallavolo femminile, la Giannone Caserta in A1 di scherma femminile, l’Arca Aversa in serie A di atletica leggera.
In programma anche i premi intitolati agli ex presidenti del Coni: Donato Messore (alla pallavolista Ester Pagano ricercatrice a Scienze del Farmaco all’Università di Napoli), Egidio Amato (all’atleta non vedente Serena Palmiero) e Michele Accinni (alla memoria dello storico Presidente della Casertana Calcio Renato Iaselli), e di quelli messi a disposizione dal Panathlon Club (alla paralimpica Alessandra Vitale, già qualificata per Tokio 2020 nel sitting volley), dall’Unione Veterani dello Sport (al campione italiano master di salto in alto over 85 Luigi Ebraico), dall’Associazione Stelle al Merito Sportivo (all’ufficiale di campo di basket Giulia Natale, donatrice di midollo osseo) e dall’Unione Stampa Sportiva Italiana (al giornalista Stefanino De Maria da sempre radiocronista della Casertana Calcio).
Il trofeo “Famiglia Sportiva dell’Anno” per questa edizione è stato attribuito alla famiglia Cesarano di Caserta composta dalle campionesse di nuoto Antonietta e Noemi con il fratello Gerry pallanuotista e il papà Carmine paracadutista e istruttore di educazione fisica presso la Caserma Magrone della Scuola di Commissariato di Maddaloni.
Durante la cerimonia, organizzata in collaborazione con il Cus Caserta guidato da Vincenzo Corcione, verranno consegnati attestati di riconoscenza a protagonisti dell’Universiade svoltasi in Campania e a Caserta quest’anno, ed i Comuni della Campania finalisti dell’evento Sport in Comune ospitato per la finale regionale a Caserta presso il campo El Alamein della Brigata Bersaglieri Garibaldi.
La cerimonia verrà introdotta dai saluti del delegato provinciale Coni Michele De Simone e del Preside della Facoltà di Matematica e Fisica dell’Università Lucio Gialanella, seguiti dagli interventi del presidente regionale Coni Sergio Roncelli, del componente della Giunta Nazionale Coni Guglielmo Talento, del Prefetto Raffaele Ruberto, del Sindaco Carlo Marino.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post