Bambino nasce con una malattia incurabile, i genitori lo abbandonano in ospedale

Al piccolo neonato venuto al mondo nel mese di agosto nell’ospedale di S. Anna di Torino, gli è stato diagnosticato la Ittiosi Arlecchino. La malattia è caratterizzata da squame per tutto il corpo, con orecchie appiattite. Troppe le cure necessarie, nessuno lo vuole il bimbo nato con la fecondazione eterologa. Superata la frase critica gli rimangono aspettative di vita molto breve.
L’Ittiosi Arlecchino (HI) è la variante più grave dell’ittiosi congenita autosomica recessiva (ARCI)
Una patologia rarissima che lo obbliga tra due mesi a lasciare l’ospedale. Ora vive in corsia perché nessuna casa – famiglia riesce a farsene carico. Ma dopo che la sua storia è stata resa nota decine di realtà si sono offerte di ospitarlo.
In ospedale lo chiamano Giovannino perché l’epidermide si spacca in grandi falde come i rombi del costume di Arlecchino, basta un respiro a causare una lesione. Il rischio infezioni è altissimo ed è per questo che l’aspettativa di vita è bassissima.
Le comunità che accolgono i bambini non hanno gli strumenti per garantirgli le cure necessarie. Per ora resta in ospedale circondato dall’affetto dei medici e delle infermiere.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post