La serenata, una tradizione che si rinverdisce.

Un tempo era di moda la serenata, un momento musicale per indirizzare gli auguri ad un festeggiato con la partecipazione di tanti amici. Dopo un lungo periodo di silenzio, cominciano a sentirsi di nuovo i motivi del passato che si cantavano durante le serenate. Sono tornate in voga vecchie canzoni e, fra le tante, si sentono cantare: serenata celeste, voce ?e notte, je te vurria vas?, serenata serena e tante altre. L?ultima serenata, in ordine di tempo, ? stata quella organizzata giorni or sono da alcuni giovani residenti a Bellona in occasione delle nozze di due amici: Maria Antonia Scirocco ed Antonio Di Giovanni. Al termine della serenata, la promessa sposa apriva il balcone di casa ed il suo amato, ?arrampicandosi? come ai tempio di Giulietta e Romeo, la raggiungeva tra gli applausi dei presenti, mentre una pioggia di profumati petali di rose scendeva sui due che invitavano tutti a brindare al loro futuro. La cerimonia nuziale si svolgeva nella chiesa di Bellona alla presenza dei parenti e degli amici. Durante la S. Messa gli sposi si scambiavano le vere nuziali giurandosi eterno amore. Al momento dell?omelia il celebrante ha detto: ?agli auguri di tutti voi aggiungo anche il mio. Ai novelli sposi auguro di vivere una vita serena e, al di sopra di tutto, ci sia sempre l?amore perch? ? soltanto con esso che si vive perfettamente uniti. Vi auguro di vivere secondo i principi cristiani e di crescere i vostri figli seguendo gli insegnamenti dei vostri genitori a voi tanto cari. Che il signore benedica il cammino che state per intraprendere.? Durante la S. Messa il tenore Raffaele Russo da Vitulazio ed il soprano Giovanna Vardaci hanno cantato brani liturgici e l?Ave Maria di Gounod e Schubert. Mentre l?orchestra eseguiva musiche da film famosi come: da Giulietta e Romeo l?assolo per l?arpa e le colonne sonore dei film ?l?ultimo dei Moicani? ed ?il Postino?.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post
Postato in Senza categoria