Incastrata la truffatrice postale

Giorni addietro abbiamo riportato l?impegno dei Carabinieri della Stazione di Vitulazio, il cui comandante, Maresciallo Angelo Salzillo, ha disposto ?tolleranza zero? su tutti i misfatti. Molte sono state le operazioni concluse brillantemente e, questa mattina, ancora una ?perla? ? stata aggiunta al suo carnet personale. E? riuscito ad assicurare alla giustizia un?abile truffatrice che negli ultimi tempi, con documenti falsi, si era fatta consegnare emolumenti dall?ufficio postale di Bellona e, stando a voci di persone bene informate, anche in altri uffici finanziari dell?Agro Caleno. Giovanna Grillo, nata a Napoli nel 1981 e residente a Secondigliano, era solita presentarsi, con documenti falsi, agli sportelli di banche o poste per riscuotere bonifici, mandati di pagamento, pensioni o quant?altro possibile. La Grillo si ? dimostrata una brava trasformista riuscendo ad ingannare gli operatori. Al termine di accurate indagini la truffatrice ? stata denunciata dal Comandante Salzillo ed il Giudice preposto ha accolto l?esposto trasformandolo in: ?denuncia a piede libero?. L?accaduto ? stato molto criticato in paese e si sente dire: ?I Carabinieri arrestano, i Giudici liberano?. Purtroppo ci?, in questi ultimi anni, risulta a verit? ma i Giudici non hanno colpa alcuna perch? applicano la legge ed i Magistrati non possono opporsi a leggi ?libertine? che gli attuali legislatori, pur di dare alla gente un?immagine diversa dalla realt?, hanno depenalizzato molti reati per poter gridare ai quattro venti che gli atti criminali, in Italia, con l?attuale Governo, sono diminuiti. Infatti, non sono diminuiti ma, ?depenalizzati?.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post
Postato in Senza categoria