Mercato Vairano Scalo

Finalmente si sta intravedendo la strada che porterà, si spera nel più breve tempo possibile, alla risoluzione di un risaputo e fastidioso inghippo domenicale, che ritorna puntualmente a scadenza settimanale nel vairanese. La centralissima piazza di Vairano Scalo, infatti, ogni domenica, apre i battenti allo storico mercato, e così, decine di bancarelle, la occupano in tutta la sua interezza. Per fortuna, il mercato è visitato da centinaia di curiosi desiderosi di fare facili ed economici acquisti, assurgendo da punto di ritrovo per la comunità tutta, e, specialmente incarnando una campanilistica consuetudine, alla quale nessun vairanese riesce a sottrarsi. Quello che sembrerebbe incarnare un festoso “rituale collettivo”, coinvolgente tarantolati avventori, che si aggirano tra i confusi scorci che involontariamente creano le bancarelle, si svolge però lungo un particolare tratto stradale, punto di congiunzione delle province campana, per l’appunto, molisana e laziale. La nevralgica strada, infatti, quotidianamente è percorsa da migliaia di automobilisti che procedono seguendo un andamento estremamente rallentato, a causa dell’abbondante trafficare di autovetture. La situazione peggiora di domenica in concomitanza del mercato, in particolare nel periodo invernale, visto che in questo giorno, sono d’altro canto pochi coloro che rifuggono dal non voler prendere il volo verso le vicine località sciistiche, e, il transitare per la strada è una condizione necessaria e oltretutto obbligatoria, affinché ci si arrivi. Il disagio degli avventori del mercato, e da contraltare, quello degli automobilisti, non creano soltanto una bolgia infernale, ma soprattutto una condizione di generale pericolo. C’è ancora un’ altra problematica da segnalare: antistante la “piazza del mercato”, ci sono la scuola media ed il settore odontotecnico dell’istituto professionale, e, nonostante si pulisca con solerzia, il lunedì permangono rimanenze del mercato, che oltre ad offrire uno spettacolo indecoroso, infliggono un ulteriore schiaffo alla sanità scolastica. Allora, per garantire la tranquillità di ben quattro categorie (avventori, commercianti, automobilisti e studenti), il sindaco di Vairano Patenora, Massimo Visco, annuncia che tra breve il mercato sarà spostato in una zona più confacente allo svolgimento dello stesso, e, precisamente nel tratto comprensivo tra le vie Antonio Meucci, e Alessandro Volta, sottostante la cava, sperando che quest’ultima non decida di creare ulteriori altri problemi!

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post