Quotidiano Attilio, dal REMS di Vairano Patenora al carcere di Santa Maria C.V.

Nel pomeriggio del 30 luglio 2019, in Vairano Patenora (CE), militari del Comando Stazione Carabinieri di Vairano Scalo (CE), hanno dato esecuzione ad un Ordinanza di applicazione della misura della Custodia Cautelare in Carcere emessa dall’Ufficio Gip del Tribunale sede, su richiesta di questa Procura della Repubblica, nei confronti di QUOTIDIANO Attilio, nato a Napoli il 28.1.1972, per i delitti di tentata estorsione aggravata, lesioni personali plurime aggravate e minaccia aggravata. Il QUOTIDIANO era internato, fino all’esecuzione della misura cautelare, presso la REMS di Vairano Patenora località Marzanello (CE) in regime di misura di sicurezza detentiva. Il provvedimento restrittivo costituisce l’epilogo di una tempestiva indagine, diretta da questa Procura della Repubblica, iniziata a seguito dell’aggressione consumata dal QUOTIDIANO, all’interno della citata REMS, nella notte del 3 luglio c.a., azione violenta attuata ai danni di alcuni operatori sanitari ivi presenti. In particolare l’indagato colpiva alla testa con pugni e schiaffi un’infermiera in quel momento in servizio, procurandole un trauma cranico e la intimoriva con minacce di morte, il tutto al fine di farsi consegnare del denaro necessario per potersi allontanare dalla struttura. A seguire, reiterava le violenze ai danni di un altro paziente della struttura, a cui procurava la frattura di due costole ed un trauma cranico, nonché ai danni di un’altra operatrice socio – sanitaria presente, colpita con un pugno al volto, tale da cagionarle un trauma cranico minore con stato ansioso reattivo. Il pericolo di reiterazione di future condotte violente, alla luce della personalità dell’indagato – tendente alla altrui sopraffazione, consapevole della sua particolare prestanza fisica, e dimostratosi incapace di controllare i propri impulsi aggressivi, rendeva necessario ed indilazionabile il provvedimento cautelare.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post