Teano – gli alunni del “Liceo scienze applicate” del Foscolo faranno alternanza scuola lavoro con il centro ricerche aerospaziali di Capua

Sarà un’esperienza straordinaria e formativa, oltre che molto interessante, quella che avranno la possibilità di vivere gli alunni della classe 3^B del Liceo delle Scienze Applicate del Foscolo di Teano. Grazie infatti alla professoressa Pasqualina Canzano, docente di Matematica e Fisica e tutor della classe, i fortunati alunni del Liceo delle Scienze Applicate di Teano effettueranno 30 ore di Alternanza Scuola Lavoro all’interno della grande struttura del CIRA a Capua, il Centro Italiano di Ricerche Aerospaziali. Dopo la stipula della convenzione, infatti, nei prossimi giorni gli alunni della classe 3^B Scienze Applicate del Foscolo, avranno l’opportunità di entrare nel CIRA e di fare formazione di Alternanza Scuola Lavoro direttamente con i ricercatori dell’importante Centro aereospaziale di Capua. Avranno inoltre la possibilità di vedere il famoso Plasma Wind Tunnel, l’impianto più potente al mondo, dove nei prossimi anni sarà testato per la NASA il Dream Chaser, lo spazio plano erede dello Space Shuttle, che trasporterà in orbita nello spazio, sia le persone che i rifornimenti, a partire dall’anno 2020. Oltre al Plasma Wind Tunnel, conosceranno l’Icing Wind Tunnel e diversi laboratori tecnologici. Sarà per loro un’esperienza davvero indimenticabile, da manuale di fisica, perché il CIRA di Capua, è un centro di ricerca e di sviluppo scientifico e tecnologico unico in Italia ed un’eccellenza del nostro territorio, tutto da scoprire. “Gli studenti del 3° anno del corso di studi “Scienze Applicate”, spiega la prof.ssa Canzano, svolgeranno il loro “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento” in collaborazione con il C.I.R.A. di Capua che è un’eccellenza scientifica del nostro territorio. L’obiettivo formativo è quello di guidare i nostri studenti alla scoperta dei reali interessi personali e degli stili di apprendimento individuali, arricchendo la loro formazione scolastica con le competenze maturate in contesti formativi e lavorativi diversi da quello usuale, con un centro di ricerca. Gli argomenti della formazione avranno come oggetto “L’Aerospazio a tutela dell’ambiente“. Dal momento che le azioni antropiche e i cambiamenti climatici stanno profondamente modificando nel corso degli anni l’ambiente in cui viviamo, diventa sempre più importante utilizzare tutte le conoscenze tecnologiche disponibili, tra cui quelle aerospaziali, per aumentare l’efficacia delle azioni ideate e progettate per preservare e tutelare l’ambiente e il territorio in cui viviamo. Il CIRA ha creato un’apposita unità dedicata proprio all’applicazione delle tecnologie aerospaziali per la salvaguardia dell’ambiente e lo studio dei mutamenti climatici. Il fine di questa linea strategica di ricerca è quello di favorire e di produrre innovazione, trasferendo tecnologie e competenze dal settore aerospaziale alla gestione sostenibile del territorio, alla tutela dell’ambiente, alla salvaguardia dei beni culturali e paesaggistici. Il percorso formativo che seguiranno i nostri studenti prevede diversi aspetti: la specificità dell’indirizzo scienze applicate, l’utilizzo delle risorse di un centro di ricerca del territorio di livello internazionale quale il CIRA, l’esigenza di orientare e formare per la tutela dell’ambiente con metodo scientifico e con l’utilizzo di tecnologie avanzate. Le Competenze specifiche, in relazione all’indirizzo di studi, cui tenderanno i nostri studenti, continua la prof.ssa Canzano, sono quelle di saper applicare i metodi delle scienze in diversi ambiti; comprendere il ruolo della tecnologia come mediazione fra scienza e vita quotidiana; saper utilizzare gli strumenti informatici in relazione all’analisi dei dati e alla modellizzazione di specifici problemi scientifici. “Ma L’obiettivo principale del nostro corso di Alternanza Scuola Lavoro con i ricercatori del CIRA, spiega il preside Paolo Mesolella, è quello di approfondire la fisica con l’aiuto di esperti veramente bravi del settore. Un ingegnere del CIRA verrà anche nella nostra sede di Teano per aiutarci nella conoscenza e nell’utilizzo del nostro laboratorio astronomico che oltre a presentare un grande telescopio elettronico che consente lo studio della volta celeste, presenta una stazione metereologica per lo studio dei fenomeni atmosferici e una stazione sismografica per il rilevamento continuo degli eventi sismici”.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post