Storia e tradizioni tramandate da Nicola Barone


Nicola Barone

L’amore per la storia e tutto ciò che appartiene alla cultura e alla tradizione, spinge Nicola Barone, “collezionista di immagini,” a fissare sulla pellicola ciò che egli intende tramandare ai posteri. Fin dalla giovane età, Nicola, ha collezionato foto storiche ottenute da amici e conoscenti. Con l’utilizzo della cinepresa, spesso, lo si è visto impegnato a riprendere gli angoli più disparati e nascosti, ma ricchi di storia, della sua Capua. A lui sono debitori tutti i capuani, se oggi hanno il piacere, o la gioia, di vedere il principe Umberto e Maria Josè presenti all’inaugurazione del monumento ai Caduti, la visita che fecero all’aeroporto di Capua il re Vittorio Emanuele III° e Italo Balbo, oppure la straripante folla che si riunì in piazza dei Giudici per ascoltare il discorso di Mussolini. A questi filmati si aggiungono numerose videocassette ed artistiche fotografie che costituiscono una preziosa e storica collezione d’ immagini della Capua di oggi. Tale realizzazione è il risultato di un paziente lavoro svolto con dedizione ed amore da Nicola Barone che, in un piacevole colloquio, ospite della Dea Sport di Bellona, ci ha confidato di voler realizzare un documentario storico sull’eccidio dei 54 Martiri bellonesi. Un progetto che egli culla da lungo tempo perché, ogni anno, presenzia alla toccante cerimonia che si svolge il sette ottobre nel Mausoleo Ossario dove riposano i resti dei Martiri. “Desidero che tutti conoscano ciò che accadde a Bellona, questa nuova città premiata con medaglia d’oro al valor militare dal Presidente Scalfaro, ci ha detto Barone. Con l’aiuto di alcuni amici filmerò i luoghi che videro il sacrificio di tanti innocenti, Sarà un devoto omaggio a Bellona ed ai suoi figli travolti in quel tragico avvenimento che sconvolse la vita di quel pacifico paese, diventato oggi una città meritevole di questo titolo”.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post