Advertisement Advertisement

Destinaci il 5 X mille dell'Irpef segnalando la Partita Iva 02974020618

A te non costa nulla per noi è tanto

Menu principale
Home
Notizie
L'Associazione
Manifestazioni
Libri
Foto
Storia e Cultura
Archivio Stampa
Necrologi
Arte
Link
Contattaci
Cerca
Amministratore

deasport.it


Accedi all'archivio del sito deasport.it

Statistiche
Visitatori: 10249854
dal 8 gennaio 2007
Home

Maltrattamenti e prostituzione: arrestate in due PDF Stampa E-mail
Scritto da Procura c/o Tribunale S. Maria C.V.   
mercoledì 13 giugno 2018
Nella giornata del 10.06.2018, militari del Comando Stazione Carabinieri di Castel Volturno, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di S. Maria C.V., eseguivano un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del medesimo Tribunale, a carico di LA MALFA Letteria, nata a Napoli il 17.08.1969, e CAPRIGLIA Anna Maria, nata a Napoli il 24.04.1967, entrambe residenti in Castel Volturno. Il provvedimento cautelare costituisce l'epilogo di un'indagine iniziata nel maggio 2018, durante la quale si accertava come le due arrestate, dal settembre 2016 alla prima decade di maggio 2018, avessero posto in essere gravi e ripetuti maltrattamenti in danno di una donna con loro di fatto convivente, vittima che veniva altresì privata della libertà personale, costretta a prostituirsi e fatta oggetto di percosse che determinavano gravi lesioni personali. A ciò si aggiungeva il furto di una carta che abilitava al prelievo di denaro contante e il conseguente illecito utilizzo della stessa per l'intero prelievo della pensione di invalidità civile corrisposta all'anziana. La vittima, nel corso delle fasi investigative, di concerto con il servizio sociale del Comune di Castel Volturno, veniva allontanata dall'abitazione delle indagate e collocata in una struttura protetta. Veniva altresì recuperata, presso l'abitazione delle arrestate, la carta bancoposta sottratta e i documenti di identità della vittima, beni che venivano restituiti all'avente diritto. Le indagate, al termine delle operazioni di rito, venivano associate alla casa circondariale femminile di Pozzuoli per ivi rimanere a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.  
 
< Prec.   Pros. >
STAMPA

Dea Notizie

Scarica qui il n.188 di Dea Notizie del 15 giugno 2018.

Archivio e consultazione
Novità
La Galleria Fotografica è pronta! Accedi
Chi è online
Abbiamo 3 visitatori online