Advertisement Advertisement

Destinaci il 5 X mille dell'Irpef segnalando la Partita Iva 02974020618

A te non costa nulla per noi è tanto

Menu principale
Home
Notizie
L'Associazione
Manifestazioni
Libri
Foto
Storia e Cultura
Archivio Stampa
Necrologi
Arte
Link
Contattaci
Cerca
Amministratore

deasport.it


Accedi all'archivio del sito deasport.it

Statistiche
Visitatori: 10249904
dal 8 gennaio 2007
Home

Improvvisa tromba d’aria tra Marcianise, Macerata e San Nicola la Strada PDF Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Russo   
martedì 13 marzo 2018
Ieri sera, 12 marzo, intorno alle ore 19, un improvviso nuovo fenomeno meteorologico estremo si è abbattuto, dopo l’episodio della gravissima grandinata dello scorso settembre, sulle zone di Macerata Campania, Marcianise, Capodrise, Recale e San Nicola la Strada. Questa volta un’improvvisa tromba d’aria, mentre tutto il circondario era sotto una pioggia di fulmini, è stata capace in pochi attimi di sollevare tetti, auto, piante e addirittura un container che, nella frazione di Casalba a Macerata C., ha preso letteralmente il volo sfondando le mura perimetrali di una casa. In tutta la zona numerosi comignoli sono caduti al suolo coinvolgendo diversi veicoli parcheggiati in strada, mentre a Recale pare che alcune auto, con persone a bordo, siano state letteralmente spostate dal vento e buttate come fuscelli verso gli edifici. A Capodrise, tra l’altro, come testimoniato dalla foto, diverse auto in sosta sono state ribaltate dalla forza del vento con danni diffusi anche alla cartellonistica pubblicitaria su Viale Carlo III, dove è crollata l’insegna del Burger King su alcune vetture fortunatamente senza occupanti a bordo. Sono tuttora in corso, nelle zone colpite da questo improvviso fenomeno atmosferico, le verifiche ad opera dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e della Polizia Municipale con il coordinamento delle rispettive amministrazioni. Forse è stato un vero miracolo, come avvenuto lo scorso settembre, che nessun cittadino abbia avuto danni fisici. Di certo, però, i cambiamenti climatici oramai mostrano sempre più spesso il lato pericoloso di una febbre climatica che l’uomo ha causato artificialmente al pianeta e, incoscientemente, continua ad alimentare con l’inquinamento dell’aria, del mare e del suolo.
 
< Prec.   Pros. >
STAMPA

Dea Notizie

Scarica qui il n.188 di Dea Notizie del 15 giugno 2018.

Archivio e consultazione
Novità
La Galleria Fotografica è pronta! Accedi
Chi è online