Spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, eroina e crack- Due arresti

Nella mattinata del 29 febbraio 2020, in Castel Volturno (CE), i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sessa Aurunca (CE), in esecuzione del decreto di fermo di indiziato di delitto emesso da questa Procura, traevano in arresto due persone resesi responsabili, in concorso tra loro, del delitto di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, eroina e crack, reati compiuti in Castel Volturno, località Pescopagano (CE), fra il mese di novembre 2019 e febbraio 2020. L’esecuzione del fermo di indiziato di delitto si rendeva necessaria poiché gli indagati, dopo aver manifestato la loro volontà di lasciare il territorio nazionale per recarsi in Francia onde sfuggire ad eventuali investigazioni delle forze di polizia, si allontanavano in direzione dell’aeroporto di Napoli Capodichino, a bordo di un’autovettura e, rintracciati dai Carabinieri, venivano tratti in stato di fermo. Le indagini, dirette da questa Procura della Repubblica e delegate ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Sessa Aurunca – svolte anche mediante attività tecniche di intercettazioni telefoniche e servizi dinamici sul territorio -permettevano di porre termine all’attività illecita degli indagati, i quali gestivano una redditizia ed attiva piazza di spaccio di sostanze stupefacenti in Castel Volturno (CE), rifornendo tossicodipendenti del casertano e del basso Lazio Nel corso delle attività di indagine venivano documentati oltre 200 episodi di spaccio al dettaglio, e segnalati diversi assuntori di sostanza stupefacente ali’ Autorità Amministrativa. I due fermati venivano tradotti presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE) e all’esito della convalida del provvedimento di fermo da parte del GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, rimanevano ivi associati in stato di custodia cautelare in carcere.
Santa Maria Capua Vetere, 3 marzo 2020.
IL PROCUARTORE DELLA REPUBBLICA
Dott.ssa Maria Antonietta Troncone

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post