Scaraventa moglie e figlia dall’auto e si rende irreperibile

Personale dipendente della Sottosezione Polizia Stradale di Napoli Nord veniva inviato dal C.O.A di Napoli, internamente l’area di servizio San Nicola Sud, dove era stata segnalata la presenza di una donna, accompagnata da una minore, poco prima abbandonata dall’occupante di autovettura Renault, il quale subito dopo si era allontanato. Sul posto il personale rintracciava una cittadina di nazionalità iraniana di anni 37, la quale riferiva che poco prima, dopo un violento diverbio avuto con il proprio marito, anch’esso di nazionalità iraniana, dopo averla percossa, lo stesso aveva aperto le portiere dell’autovettura e scaraventava fuori in modo brusco sia lei che la loro figlia minore di anni 8, allontanandosi a bordo della Renault. La donna e sua figlia venivano accompagnate presso gli uffici della Sottosezione Polizia Stradale di Napoli Nord, dove, riferiva dei continui maltrattamenti subiti da lei e dalle due figlie minori di anni 15 e 8, che perduravano già da tempo e per le quali lei era stata costretta a sottoporsi a cure mediche presso strutture ospedaliere per le lesioni riportate, ma che per paura di ripercussioni nei suoi confronti e nei confronti delle proprie figlie, aveva sempre evitato di sporgere denuncia nei confronti del marito, ma visto il perdurare del comportamento violento del proprio consorte e preoccupata anche per le due figlie minori, si era decisa a sporgere denuncia nei confronti dell’uomo. D’intesa con l’A.G. competente, veniva attivato il nuovo “CODICE ROSSO ANTIVIOLENZA” e unitamente al competente personale dei servizi sociali del comune di San Nicola la Strada e a personale del Commissariato P.S. di Castel Volturno, si provvedeva a prelevare l’altra figlia minore dal domicilio per poi collocare la donna e le due minori presso una struttura protetta, come previsto dalla nuova e vigente normativa, mentre I’uomo si rendeva irreperibile.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post