76° anniversario della Battaglia di Monte Lungo 7 e 8 dicembre 2019

Sabato, 7 dicembre 2019, l’Amministrazione Comunale della Città di Mignano Monte Lungo (CE), commemorerà il 76° anniversario della battaglia di Montelungo che segnò l’inizio del ciclo delle operazioni belliche condotte dalle Forze Armate Italiane a fianco delle truppe Alleate, nella Campagna di Guerra 1943-1945, per la Liberazione del territorio nazionale. Come ogni anno, in tale ricorrenza, l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Dott. Antonio Verdone, i Combattenti della Guerra di Liberazione inquadrati nei Reparti regolari delle Forze Armate, reduci e parenti dei Reduci, Autorità Civili, Militari e Religiose si riuniranno per onorare i gloriosi commilitoni che, da Monte Lungo alle estreme regioni del nord Italia, segnarono con l’olocausto della loro giovane vita, le tappe cruenti della liberazione dell’Italia dall’occupazione tedesca. Un pò di storia. Dopo la tragica situazione venutasi a creare con la firma dell’armistizio con le forze anglo-americane, avvenuto a Cassibile (Siracusa), il 3 e reso ufficiale l’8 settembre 1943, il Regio Esercito Italiano può ancora contare su una forza di 430.000 uomini dislocati nell’Italia Meridionale, in Sardegna e in Corsica. Dopo diversi contatti con gli Alleati per la costituzione di una forza armata tutta italiana, questa in un primo momento non sono assolutamente d’accordo ad impiegarli in operazioni terrestri, ma utilizzare i soldati italiani con funzioni ausiliarie nelle retrovie come addetti ai trasporti di materiali, sicurezza delle retrovie. Dopo ulteriori e più pressanti richieste, finalmente gli Alleati il 27 settembre 1943 (dopo solo 19 giorni dalla firma dell’armistizio) autorizzano la costituzione di una forza armata tutta italiana con l’obbligo di non superare le 5.200 unità, stabilendone il comando nella cittadina di Maddaloni (Caserta). Questa unità prenderà il nome di 1° Raggruppamento Motorizzato Italiano. Esso fu costituito dal 67° Reggimento di Fanteria “Legnano”, dal 51° Battaglione Allievi Ufficiali dei Bersaglieri e dall’11° Reggimento Artiglieria e servizi minori. Il Comando fu affidato al Generale Vincenzo Cesare Dapino. Il Raggruppamento, dopo un adeguato periodo di addestramento, fu trasferito a Mignano di Monte Lungo (Caserta). Successivamente, il Raggruppamento fu aggregato al 2° Corpo d’Armata Alleato. Finalmente il battesimo del fuoco avvenne l’8 dicembre 1943, una giornata gelida e offuscata dalla nebbia, dove i soldati del 1° Raggruppamento Motorizzato Italiano iniziarono l’assalto a quota 343 di Monte Lungo. Il successo iniziale purtroppo si vanificò a causa dell’accanita resistenza da parte tedesca e precisamente dal III Battaglione del 15° Reggimento Panzer Grenadier della 29^ Divisione Tedesca e dalla Divisione Herman Goering. Diradatasi la nebbia i tedeschi contrattaccano e gli italiani furono costretti a ripiegare. Nel corso di questo combattimento caddero due allievi ufficiali mantovani appartenenti al 51° Battaglione Bersaglieri e precisamente Gino Tambalo e Mario Cardone che per il loro eroico comportamento in battaglia furono decorati con Medaglia d’Argento al Valor Militare. Malgrado l’insuccesso iniziale i reparti italiani si ripresero e il 16 dicembre 1943 dopo un adeguato fuoco di preparazione durato 45 minuti da parte dell’artiglieria scattò l’ordine di attacco ed alle ore 12.30, quota 343 di Monte Lungo, fu saldamente in mano italiana e in vetta sventolò il Tricolore. La conquista di Monte Lungo da parte italiana consentì agli Alleati di aprire loro la strada per Monte Cassino e per Roma iniziando da qui la Liberazione dell’Italia dal tallone tedesco. A Monte Lungo si immolarono i più puri figli d’Italia provenienti dalle pianure, dalle città e dai monti pieni di speranze e di gioia. Tutti dobbiamo sapere che a Monte Lungo riposano gli eroi del Secondo Risorgimento Italiano, i combattenti che riaprirono la via dell’onore e della salvezza dell’Italia, testimoniando con il loro sacrificio che anche in tempi bui per la nostra Patria seppero comportarsi con orgoglio, dignità ed onore. Tra l’8 ed il 16 dicembre 1943 per la conquista di Monte Lungo furono impiegati circa 1.000 uomini, costato agli italiani un notevole tributo di sangue con 82 Caduti, 195 feriti e 162 dispersi. Domenica, 8 dicembre 2019, con inizio alle ore 10.00, presso il Sacrario Militare di Monte Lungo, si svolgerà la cerimonia rievocativa del 76° anniversario della Battaglia di Monte Lungo a cura delle Forze Armate. Ricordiamo che la Città di Mignano Monte Lungo si onora del conferimento di due importanti medaglie d’oro: al Valor Militare ed al Merito Civile per quelli che furono i fatti di guerra durante il Secondo Conflitto Mondiale.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post