Cambio di prospettiva

Oggi voglio proporvi un simpatico gioco percettivo. Cosa riuscite a vedere nelle immagini? La moglie o la suocera? Il papero o il coniglio? Che parta la sfida! Quelle che state osservando sono chiamate “figure ambigue”, poiché il sistema percettivo non riesce a decidere quale delle due soluzioni (o più) accettare in maniera definitiva, così esso entra in una spirale ripetitiva alternante fra diversi risultati percettivi, nessuno dei quali si impone in maniera stabile. Tutto ciò è a dimostrazione del fatto che l’attività percettiva è un processo attivo, in cui l’elaborazione dell’informazione continua anche dopo che un primo risultato accettabile sia stato raggiunto.
Di figure come quelle che vi ho mostrato ce ne sono a centinaia (con relativa spiegazione per le più complesse) e basta semplicemente digitare le parole figure ambigue su google per trovarsi di fronte ad un mondo del tutto nuovo. Potrete, così, divertirvi a cambiare prospettiva da soli piuttosto che in compagnia. Provare per credere!

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post