Al via il progetto “Sansevero in blu” dedicato alle persone con spettro autistico

“Sansevero in blu” è il nome del nuovo progetto che partirà dal 2020 dedicato a persone con disturbo dello spettro autistico. La Cappella Sansevero e la cooperativa sociale “Il Tulipano”, propongono dei nuovi percorsi di visita speciali al servizio dei ragazzi autistici, in contemporanea con quelli degli altri visitatori. Il progetto è stato elaborato sulle caratteristiche e necessità dei visitatori, perché tutti possano godere del fascino, del mistero, dell’alchimia della cappella e apprezzare le gesta del principe Raimondo di Sangro. Il progetto è stato finanziato esclusivamente dal Museo Cappella Sansevero. La cooperativa sociale “Il Tulipano”, ha realizzato gli innovativi percorsi. Il dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali della Federico II, invece, si è avvalso del contributo scientifico in collaborazione con il dipartimento di Scienze motorie e del benessere dell’università Partheope. L’arte da sempre rappresenta uno strumento di integrazione e socializzazione .L’autismo, infatti, è da sempre una sindrome molto complessa,che tende a ridurre notevolmente i rapporti umani e provoca disagi nella crescita del bambino, specialmente nei contesti nel quale è inserito, come la scuola. L’arte può coinvolgere i pazienti che hanno queste difficoltà ,spronando la loro sensibilità, attraverso il piacere che solo l’arte può dare.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post