La sede dell’edizione 2020 del Premio Internazionale “alla Parola” sarà Parma

A Matera, sabato 5 ottobre 2019, sono stati consegnati i Premi Internazionali “alla Parola” 2019: al paroliere e musicista Vito Mercurio, alla poetessa Carmela Forlenza, allo scultore Pierfrancesco Mastroberti, al giornalista Alfonso Bottone, alla blogger brasiliana Ersilia Marques, al poeta Lucio Riondino, al pittore Franco Turco, a Paola Campagnoli preside della Scuola di Mirandola, all’imprenditrice Concetta Arceo, alla Banda musicale di Pontinia e al suo direttore Marzia Mancini, all’imprenditore Vanni Tinti, all’Associazione “Valentina”, al reparto Medicina dell’Ospedale di Mirandola, all’Associazione “Aide” di Anna Selvaggi, ai medici Fabio Figlioli, Fabio Ricci e Patrizia Malaguti, all’infermiera Rita Da Maino, con cerimonia di consegna svoltasi nel Palazzo dell’Annunziata a Matera. Invece, nel corso della serata di venerdì, 11 ottobre, sono stati presentati i libri di Pasquale Torrente “L’uomo che sussurra alle alici” (Catering), di Gioconda Marinelli “Luisa Conte sempre” (Homo Scrivens), e della nuova raccolta di versi dello stesso Bottone “…e se invece fosse un calesse?” (Terra del Sole). Al termine della manifestazione culturale e cerimonia di premiazione nella città lucana, Capitale Europea della Cultura 2019, la scrittrice e poetessa salernitana Rosaria Zizzo e la soprano modenese Paola Occhi, ideatrici del Premio Internazionale “alla Parola”, hanno annunciato la sede della terza edizione, che sarà Parma, città indicata come Capitale italiana della Cultura 2020.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post