Maddaloni celebra il bellonese Prof. Antonio Salerno (Museo Archeologico Calatia)

La città di Maddaloni da qualche tempo vede alla direzione del Museo Archeologico Calatia, del Polo Museale della Campania, il prof. Antonio Salerno, che assume il ruolo al momento di Direttore dei Musei Archeologici dell’Antica Calatia (Maddaloni), dell’Antica Alife (Alife), di Teanum Sidicinum e del Teatro Romano di Teano.
Con la presenza del prof. Salerno la sede museale maddalonese è sempre più luogo di prestigiose manifestazioni e si arricchisce il numero di visitatori alla ricerca e conoscenza dell’Antica Calatia. Tantissime sono le manifestazioni culturali ospitate dalla sede museale che beneficiano tra l’altro, in base a un protocollo d’intesa con il Polo Museale della Campania, della vigilanza, servizio d’ordine e picchetto d’onore da parte dei volontari dell’Unione Nazionale Arma Carabinieri sotto la direzione del coordinatore regionale dott. cav. Gaetano Letizia. Tale servizio si aggiunge a quello di sicurezza istituzionale già esistente.
In questo quadro si colloca la decisione del Comune di Maddaloni, guidato dal sindaco Andrea De Filippo, di celebrare il prof. Antonio Salerno che recentemente è stato insignito di un prestigioso premio in Iran. In effetti il prof. Salerno per la sua attività è spesso oggetto di riconoscimenti come quello concessigli, dal Comitato dei Saggi dell’Associazione Dea Sport Onlus di Bellona, (Città che ha dato i natali al Prof. Salerno), di recente presso lo stesso Museo Archeologico Calatia di Maddaloni il 20 luglio in occasione della manifestazione “Il quinto uomo – Chi è? Volti casertani e maddalonesi a cura di Michele Schioppa” (foto in evidenza: F. Falco, S. Di Lillo, A. Salerno, A. Marzaioli e M. Schioppa).
L’attesa manifestazione si terrà il prossimo lunedì 23 settembre 2019, dalle ore 12 presso la Sala Iorio della Biblioteca Comunale nell’antica e prestigiosa sede del Regio Ginnasio e Liceo “Giordano Bruno” in via San Francesco d’Assisi.
Ebbene tra qualche giorno, il Comune di Maddaloni festeggia e celebra pubblicamente con una cerimonia ufficiale il Direttore del Museo Archeologico di Calatia, prof. Antonio Salerno, che nel mese di agosto 2019 ha ricevuto il prestigioso premio culturale “Jalal Sattari Award” in Iran.
La manifestazione che si collega alla volontà amministrativa di celebrare e diffondere il valore della cultura come strumento crescita e sviluppo sociale, è stata promossa con orgoglio ed entusiasmo dal Sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo e dall’Assessore alla Cultura Caterina Ventrone, su proposta della Presidente del Club per l’Unesco di Caserta, prof.ssa Jolanda Capriglione.
Il prof. Antonio Salerno è una eccellenza di Terra di Lavoro, maddalonese d’adozione, è funzionario archeologo del MiBAC, con incarico di direttore dei Musei archeologici di Alife, Maddaloni, Teano; è coordinatore del Settore Musei archeologici del Polo Museale della Campania. Per la parte accademica è docente di Archeologia preistorica presso il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e docente di Ecologia presso la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli.
Il prof. Antonio Salerno, sarà celebrato il prossimo lunedì 23 settembre in quanto ha ricevuto un importante premio durante il VII Seminario Internazionale sul Teatro Rituale e Tradizionale, tenutosi a Qamsar/Kashan il 10 e11 agosto 2019, organizzato dal Centro di Arti Drammatiche dell’Iran, a cui aveva partecipato insieme alla Prof.ssa Jolanda Capriglione.
Il prof. Antonio Salerno è stato premiato, come si legge dalla motivazione, “Per le sue basilari ricerche in archeologia e per la promozione del patrimonio archeologico in Italia”.
Per il Direttore del Museo Archeologico si tratta del coronamento di una carriera che lo ha visto dirigere non solo diversi musei sul territorio regionale ed extraregionale, ma anche diverse campagne di scavo in Grecia, Turchia, Cile, Honduras ed Argentina, oltre naturalmente ad insegnare in diversi corsi universitari.
“Il premio ricevuto dal prof. Salerno – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Caterina Ventrone – rende onore ed orgoglio non solo al Museo Archeologico di Calatia, ma anche e soprattutto all’intera comunità maddalonese. Ci rallegriamo, sia come amministrazione che come amici, del conferimento di un premio che rende il giusto e sudato merito al lavoro di un professionista di altissimo spessore culturale che tanto si è speso per l’archeologia nelle varie campagne di scavo e nella direzione di diversi musei del territorio. Con il prof. Salerno e con il museo da lui diretto abbiamo iniziato una collaborazione che tende alla crescita culturale e turistica del nostro territorio. Era uno dei punti fondamentali del nostro programma di governo e siamo ben lieti di aver incontrato sul nostro cammino un amico ed un collaboratore valido come il prof. Salerno a cui vanno i nostri più sentiti auguri”.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post