Il 3 Luglio al Bar Bistrot 52 di Minori ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo

Riprendono, con la serata n.49 della XIII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, i “salotti letterari” che vedono protagonisti scrittori in concorso per il Premio costadamalfilibri, maiolica realizzata dalla Daedalus di Vietri sul Mare. Mercoledì, 3 luglio 2019, con inizio alle ore 20.30, al Bar Bistrot 52 di Minori, in collaborazione con il Comune e la Pro Loco di Minori, con la Scuola di Musica cittadina “Vittorio Cammarota”, l’Associazione Musicale Costiera Amalfitana, l’Associazione Musicale Edvard Grieg, il direttore organizzativo di ..incostieraamalfitana.it, Alfonso Bottone. si intratterrà per questo nuovo appuntamento con Loredana Berardi e “Dentro l’oscurità” edito da Albatros Il Filo, Donatella Schisa con “La nebbia quando sale. Lettere a mia madre e non solo” pubblicato da L’Erudita, ed Elio Serino autore di “Il Colonnello dell’Apocalisse” edito da Homo Scrivens. “Cosa c’è dentro una lacrima? Una gioia ma talvolta può esserci anche un gran dolore. Questa è stata la mia vita, laceranti segni che non perdonano, che mi hanno massacrata, calpestata per riuscire a carpire fino a che punto potesse arrivare il mio coraggio ma soprattutto la mia forza, lasciandomi senza via di scampo”. Inizia con queste parole “Dentro l’oscurità”, racconto autobiografico di Loredana Berardi. Una storia, con incredibili colpi di scena, piena di dolori e tristezze, ma pian piano illuminata dal grande amore di persone speciali grazie alle quali riuscirà a sconfiggere i suoi fantasmi. «Mia madre non ha più ricordi», questo è il motivo che spinge Donatella a ripercorrere un passato ormai privo di consistenza e tenere vivo un presente che resta silenzioso. “La nebbia quando sale” è il tentativo di una figlia di porre rimedio alla progressiva degenerazione della malattia mentale della madre. In queste pagine, a metà tra il diario e l’epistola, si dispiega un grande dolore alternato a momenti di leggerezza, a ricordi teneri e malinconici. Donatella Schisa, con uno stile frammentario e delicato, racconta la perdita di una madre, che non sa più come amarla o proteggerla e conserva delle storie «nell’attesa irragionevole di un miracolo». Vivono sotto una cupola di vetro i personaggi de “Il Colonnello dell’Apocalisse” di Elio Serino. Non c’è il giorno che scorra nell’alternanza di luce e buio, non vedono stelle, luna, sole. Sono anoressici e depressi, la distinzione tra donne e uomini è ormai impalpabile, si muovono per inerzia, con estrema lentezza, e vivono in minuscole stamberghe appese a un cavo di metallo. Il potere politico ha sottomesso i futuri abitanti della Terra privandoli anche della possibilità di sognare liberamente: tutto è sotto controllo e lui, il Colonnello 80072 è una delle armi più potenti di questo grigio e imperturbabile Potere Centrale. Ma quando la speranza di sopravvivere sta per venire meno, ecco che una luce fioca comincia a tracciare strade che paiono sconclusionate. Una setta di fanatici? O forse l’ultima speranza dell’umanità? Poi un’esplosione riempie il cielo. La serata sarà sottolineata dagli interventi dei clarinettisti Filomena Costa, Dario Ferrigno, Francesca Padovano, Graziano Villani. Dedicata alla lotta contro razzismo e xenofobia, la XIII edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo si snoderà lungo le più incantevoli e suggestive location della Costa d’Amalfi (Praiano, Furore, Conca dei Marini, Amalfi, Atrani, Minori, Maiori, Tramonti, Cetara), ma anche tra le città di Salerno, Cava de’ Tirreni, Nocera Superiore ed Inferiore, fino al 14 Luglio 2019, con il patrocinio della Commissione Europea, di UNICEF Italia, de I Borghi più Belli d’Italia, del Touring Club Salerno, dell’UNPLI provinciale Salerno, del Distretto Turistico Costa d’Amalfi, e gli auspici del Centro per il libro e la lettura del Ministero per i beni e le attività culturali.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post