(Dis)unione europea

Raccogliere l’Europa sotto un solo potere, una sola moneta e una sola legge è stato il sogno accarezzato da molti condottieri del passato…oggi resta ancora un sogno nonostante i cittadini dell’Unione Europea abbiano stessi diritti, stesa Carta di Identità e stessa patente. Ma basta questo per rendere unito un Continente? La nave Sea Watch tedesca dalla bandiera Olandese sembra aver mandato ancora di più in crisi un’Unione che per ora è solo sulla bandiera stellata dal fondo blu. Una nave che è pronta ad entrare in Italia senza “permesso” sbandierando il pietismo dietro il quale coloro che palesemente tirano le fila di questa fantomatica Unione Europea (Germania e Francia) sfidano e provocano ancora l’Italia. Una nave pronta a disobbedire perché gli altri Paesi dell’Unione Europea non ne vogliono sapere…e poi si ergono a giudicar gli Italiano come razzisti. Il Parlamento Europeo non è in grado di decidere, non obbliga gli altri paese ad accogliere migranti lasciando a l’Italia la patata bollente come accade più o meno da 20 anni…E’ il caso di accogliere o meno i migranti ci si interroga. L’Italia accoglie da migliaia di anni persone che fuggono ma ora è il caso di chiedersi il senso dell’Italia in questa pseudo Unione Europea. Risultiamo essere lo Stato più maltrattato ed irrispettato, lo Stato da prosciugare poiché anche se non lo dicono tutti lo sanno che siamo quello più ricco di Oro. Eppure ogni anno stanno lì a giudicare il nostro, ma non è nostro, Spread! Siamo lo Stato più TASSATO, più POVERO, il più ACCONDISCENDENTE…non è così ma la tv ed i giornali non lo dicono! Le mie possono sembrare le parole di un antieuropeista di turno, eppure basta poco per capire. Un insegnante in Italia fa il triplo delle ore scolastiche di in insegnante Finlandese o Tedesco percependo uno stipendio di €1.380,47 contro i 2.795,89. Le assicurazioni in Italia sono il triplo di quelle di alcuni stati Europei (la Romania paga 215 € annui) senza calcolare che se parliamo del Sud Italia allora l’assicurazione è 8 volte più cara. Il Bollo auto, l’IMU, l’IVA ormai prossima al 25% sono tasse solo ed esclusive dell’Italia. Anche il Mattone e le Autostrade entrano nel primato Europeo. Consoliamoci di un altro grande primato: l’Italia è il paese più visitato da turisti Europei oltre ad avere più politici…e più pagati anche degli USA.
Qualcuno dice che se l’Italia uscisse da questa fantomatica Unione Europea starebbe molto meglio…perché non ci vuole molto a capire che a Bruxelles possono fare a meno della Gran Bretagna ma non dell’Italia, che rappresenta la Gallina dalle uova d’oro e quindi il motore di questa (Dis)Unione Europea.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post