A Roma un convegno in ricordo di Antonio Spinosa

Si terrà a Roma martedì 18 giugno alle ore 18.00 presso la Biblioteca del Senato – Sala degli atti parlamentari “Giovanni Spadolini”, in Piazza della Minerva, la presentazione del volume dello studioso di discipline storiche Carmine Mastroianni, edito da Efeso, dal titolo “Antonio Spinosa. Il giornalista che raccontò i grandi della storia (1923-2009)” contenente anche testi rievocativi di vari autori, tra i quali Giordano Bruno Guerri e Gino Agnese, nonché immagini dell’archivio fotografico di Marcellino Radogna.
Il convegno, che ricorderà il noto giornalista e scrittore italiano, scomparso dieci anni fa, è a cura del ricercatore, per anni collaboratore di Spinosa, e della giornalista Lidia Lombardi.
Nato a Piedimonte Matese nel 1977, l’autore ha intrapreso gli studi umanistici laureandosi in Lettere Classiche all’Università “Federico II” di Napoli, ha assunto in seguito la cattedra di Lettere e Latino nei licei di Roma e, su invito, presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum. Specializzando in Beni Archeologici presso l’Università “La Sapienza” di Roma e collaboratore del conosciuto quotidiano Il Tempo, ha pubblicato numerosi volumi tra cui “Il fabbricatore di ali”, viva testimonianza delle barbarie nei lager nazisti, a seguito del quale ha conquistato la menzione del Presidente della Repubblica e il Premio Mario Soldati 2016; “Dell’amicizia. Volgarizzamento del sec. XIV” in cui viene presentata la condizione, non perennemente opportunista, dell’amicizia ciceroniana tra boni viri, fondata su interessi comuni e alta levatura morale; “La cripta normanna della Cattedrale di Alife. Un nuovo studio storico e archeologico”, edito nel 2018.
È stato coautore con Spinosa di scritti biografici riguardanti “Napoleone”, “Maria Luisa d’Austria”, “La Grande storia dell’Eneide”, “Luigi XVI”.
Ospiti dell’incontro, programmato per gli inizi della prossima settimana, saranno Gianni Letta, Marco Vigevani, Francesco Perfetti, Gianpiero Gamaleri, Giuseppe Sanzotta. Concluderà l’incontro, Giacinta Spinosa, Professore Associato di Storia della filosofia presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale e figlia del giornalista.
Definito “l’amico dei grandi della storia”, Spinosa è nato nel 1923 a Ceprano, in provincia di Frosinone, ha intrapreso da giovanissimo la carriera di giornalista e nel dopoguerra è diventato cronista parlamentare.
Negli anni Cinquanta e Sessanta, inviato speciale del Corriere della Sera e de Il Giornale, ha condotto per la Rai la trasmissione culturale “Videosapere” e ottenuto la nomina di direttore del “Nuovo Roma”. Conosciuto soprattutto per i temi di divulgazione storica ha rivolto la sua attenzione, con sguardo empirico e notevole abilità narrativa, alle biografie dei grandi personaggi della storia: Augusto, Tiberio, Cesare, Gioacchino Murat, Paolina Bonaparte, D’Annunzio, Mussolini, Vittorio Emanuele III, Hitler, Mussolini pubblicate alcune da Rizzoli e Mondadori. È stato inoltre tra i finalisti del Premio Strega nel 1996.
Numerosi i riconoscimenti a lui tributati tra cui il Premio Estense, il Premio Saint-Vincent e il Premio Bancarella. Attraverso l’attività di giornalista ha incontrato e intervistato figure eminenti del Novecento, tra cui Albert Schweitzer, Sandro Pertini, Giovanni Paolo II, Maria Josè di Savoia.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post