Concorso Polizia Penitenziaria 2019, 754 posti: dal 9 al 25 luglio le prove

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per il reclutamento di 754 allievi agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria. Il concorso, indetto con decreto lo scorso 11 febbraio, ha lo scopo di potenziare il quantitativo di personale in servizio presso l’amministrazione penitenziaria.
La domanda per il Concorso Polizia Penitenziaria doveva essere inviata entro e non oltre il 6 aprile. Dopo il rinvio, il 4 giugno è stato pubblicato il diario delle prove: dal 9 al 25 luglio 2019 si terranno le prove.
I REQUISITI
Per partecipare al Concorso Polizia Penitenziaria occorre essere in possesso di determinati titoli e requisiti, da presentare al momento della candidatura e verificati durante l’iter concorsuale:
età compresa tra i 18 e i 27 anni compiuti;
cittadinanza italiana;
titolo di diploma di istruzione secondaria di primo grado o superiore a seconda della posizione per la quale ci si candida (licenzia media per i militari e diploma di scuola superiore per i civili);
godimento dei diritti civili e politici;
idoneità fisica, psichica ed attitudinale al servizio;
possesso di determinati requisiti fisici e attitudinali indicati dettagliatamente nel bando;
non essere stati dichiarati decaduti da un precedente impiego presso una pubblica amministrazione di cui alla lettera d) dell’articolo 127 del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n.3;
non essere stati destituiti da un precedente impiego presso una pubblica amministrazione a seguito di una condanna con pena detentiva per delitto non colposo o essere stati sottoposti a misura di prevenzione.
L’accertamento dell’idoneità fisica e attitudinale è necessaria per partecipare al concorso polizia penitenziaria, pena l’esclusione del candidato.
I POSTI A CONCORSO
Il bando di Concorso Polizia Penitenziaria, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Speciale – Concorsi ed Esami n.18 del 5-3-2019, prevede il reclutamento di:
452 agenti (di cui 340 uomini e 112 donne) individuati tra coloro che prestano servizio da almeno sei mesi, i volontari in ferma prefissata da un anno (VFP1) o in rafferma annuale/a volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo.
302 agenti (di cui 226 uomini e 76 donne) tra i candidati con cittadinanza italiana e in possesso dei requisiti prescritti per l’assunzione al Corpo di polizia penitenziaria.
Due posti (uno maschile e uno femminile) sono riservati a coloro che, oltre al possesso degli altri requisiti, siano in possesso dell’attestato di bilinguismo (lingua italiana e tedesca) per l’assegnazione agli istituti penitenziari della Provincia di Bolzano.
Visti i differenti requisiti richiesti dal bando a) e b), è consentita la partecipazione solamente a uno dei due concorsi.
Qualora i posti del bando a) non siano coperti per insufficienza di candidati idonei, saranno assegnati agli idonei non vincitori del bando b) sulla base delle graduatorie di merito maschile e femminile.
LE PROVE
Le prove per il Concorso Polizia Penitenziaria 2019 sono le seguenti:
prova scritta d’esame, con domande a scelta multipla o con risposta breve su argomenti di cultura generale e materie della scuola dell’obbligo;
visita medica per l’accertamento dell’idoneità psico-fisica;
test attitudinali collettivi e individuali per determinare le capacità del candidato allo svolgimento dei compiti connessi al proprio ruolo e alla qualifica da rivestire.
E’ previsto anche un colloquio finale con un componente della Commissione.
Al termine della procedura, verrà stilata una graduatoria di merito suddivisa per contingente maschile e femminile su base punteggio e titoli di servizio.
I candidati ai quali non sia stata comunicata l’esclusione dai concorsi sono tenuti a seguire sul sito ufficiale del Ministero della Giustizia la comunicazione sulle prove.
Calendario prove
Le prove del Concorso Polizia Penitenziaria verranno svolte presso la Scuola di formazione e aggiornamento dell’Amministrazione Penitenziaria “Giovanni Falcone” di Roma dal 9 al 25 luglio 2019.
Dal 21 giugno saranno pubblicati i database dai quali verranno estratti i quesiti del test.
I candidati dovranno presentarsi nelle sedi e nelle giornate indicate nella tabella sul sito del Ministero della Giustizia:
Ordine di presentazione dei candidati.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post