Aversa. “la politica che serve”: incontro alla maddalena di millennials campania e associazioni

Legalità e Inclusione, Ambiente e Sanità, Cultura e Istruzione. Di questo e di altro si è discusso nel corso di una tavola rotonda organizzata dall’associazione “La Politica Che Serve” in collaborazione con Millennials Campania. L’evento si è svolto il giorno 16 Dicembre alle ore 10:00, presso l’ex Ospedale Psichiatrico “La Maddalena”, ora trasformato in un’azienda di agricoltura sociale “Fuori di zucca” di Aversa.
Il gruppo “La Politica Che Serve” e i Millennials Campania hanno voluto creare un’occasione per parlare delle tematiche riguardanti il territorio campano e conoscere da vicino le idee di tutti i partecipanti, giovani e adulti, attraverso tavoli tematici con la possibilità di formulare proposte concrete e realizzabili per il futuro del territorio e del Paese.
L’iniziativa dal titolo “La politica che serve: L’anticamera delle idee”, è stato un momento di confronto pubblico tra cittadini e istituzioni in cui hanno partecipato le associazioni e i comitati attivi del territorio e rappresentanti di istituzioni regionali ed europee tra cui: Nicola Caputo, europarlamentare, il deputato Gennaro Migliore (Pd), i consiglieri regionali Gennaro Oliviero (Pd), Vincenza Amato (Pd), Gianluca Daniele (Pd), Vincenzo Viglione (M5S), Luigi Cirillo (M5S), il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale e i rappresentanti del Comitato Don Diana, del Comitato Fuochi di Marcianise, di Legambiente, del Fai Aversa e della Fondazione Real Sito di Carditello.
Gli organizzatori dell’evento sono stati tre ragazzi, Mariano Scuotri (coordinatore regionale dei Millennials Campania), Vincenzo Pascale e Antonio Portaro (attivisti di “La Politica Che Serve). “L’evento di oggi nasce – ha dichiarato Antonio Portaro – come occasione di dibattito e discussione culturale con il fine di incidere sulla mentalità delle persone, avvicinarle alla politica e renderle partecipi di un momento in cui poter elaborare idee da poter poi concretamente realizzare.”
“Per tutti questi motivi, ci auspichiamo – ha continuato Vincenzo Pascale – che questo incontro sia la scusa per trasformare “l’Anticamera delle Idee” in “Officina delle Idee” ossia dandoci dei veri e propri appuntamenti periodici in cui, non solo confrontarci e aggiornarci sulle idee e sulle possibili soluzioni ai problemi del nostro territorio, elaborate negli incontri precedenti ma, elaborarne sempre di nuove senza dimenticarci di portarle realmente sul campo dando un contributo serio e concreto alla nostra comunità. Insomma, non vogliamo che restino solo idee!”

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post