Insulta i poliziotti su Facebook dopo una multa: licenziato in tronco

“Quando vado in pensione giuro che vi ammazzo tutti”, si riferiva ai poliziotti svizzeri e dal post, pubblicato incautamente su facebook, ne è seguita ampia indignazione da parte non solo dei contatti principali. In breve, la cosa è divenuta incontrollabile come spesso accade su Facebook e l’autore di queste parole è stato licenziato, non prima però di aver fatto un giro in una caserma per essere anche denunciato.
Questo è accaduto negli scorsi giorni ad un lavoratore italiano, frontaliere, che è stato individuato immediatamente e subito dopo licenziato dalla ditta per la quale lavorava “A seguito dell’incresciosa vicenda che vede protagonista in negativo un proprio dipendente – ha scritto l’azienda – il quale sul profilo Facebook personale ha rivolto insulti e pesanti minacce all’indirizzo delle forze dell’ordine, Rapelli SA ha prontamente reagito e tiene pertanto a comunicare che simili comportamenti sono incompatibili con la cultura aziendale della Rapelli SA e con i valori su cui essa si fonda…”
Fonte: Sostenitori.info

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post