Che aria si respira a Pastorano?

Molti cittadini pastoranesi si interrogano se non ci fosse stato bisogno di convocare un consiglio comunale aperto per informare loro sulle condizioni di salute ambientale dopo l’incendio che ha colpito lo stabilimento di Gesia nella notte tra il 24 e il 25 settembre 2018. Da allora però un’assemblea comunale aperta non è stata mai convocata, invitando solo i cittadini delle zone limitrofe all’incendio ad adottare delle misure precauzionali con un foglio fax allegato dall’Asl il 25 settembre 2018. Eppure le difficoltà maggiori si riscontrano nel fatto che si doveva salvaguardare nel miglior modo possibile le bufale del nostro territorio che intanto si nutrono di foraggi contaminati oppure i frutteti che non saranno facilmente abbandonati da molti agricoltori. Un vero e proprio disastro oggi sono costretti ad assistere i cittadini del paese di Pastorano senza ancora adottare misure preventive per far si che tali eventi disastrosi per l’ambiente non accadono più nella zona industriale di Pastorano. I consiglieri di minoranza e molti cittadini si chiedono se non era meglio che il primo cittadino informasse loro dei danni, delle conseguenze e dello stato di gravità attuale con un’assemblea pubblica invece di pensare solo a una gara podistica o altro tipo di manifestazioni in quanto la discussione di un argomento ambientale così importante merita la priorità assoluta.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post