Provvedimenti immediati

“Faremo dei provvedimenti per aiutare i cittadini che sono in povertà, quindi non possiamo prescindere dal reddito di cittadinanza e dalla pensione di cittadinanza. Saranno i due provvedimenti che porterò al più presto all’esame del Parlamento”.
Lo ha detto ieri, il Vicepremier, Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti, al termine di un comizio a Marina di Ragusa, in Sicilia, dov’è arrivato per sostenere la candidatura, a Sindaco, di Antonio Tringali.  
In Sicilia, il neo ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ribadisce uno storico cavallo di battaglia del Movimento: “Via i vitalizi, la delibera è già pronta ed è sul tavolo del Presidente della Camera. Lo abbiamo promesso e lo faremo. Loro facciano tutti i ricorsi che vogliono, ma il provvedimento sarà fatto”.
“Togliere il quorum al referendum”,aggiunge poi, toccando poi un’altra promessa agli italiani, “è uno strumento indispensabile per i cittadini, perché non possiamo subire i condizionamenti dei Partiti, che quando non vogliono un referendum invitano i cittadini ad andar al mare. Nessuno deve subire il condizionamento di decidere se votare o andare al mare. Così, quando volete cambiare le cose, potete farlo da soli, col vostro voto”.
 Alla vigilia di una settimana decisiva, come quella che si apre oggi, per definire la squadra del “Governo del Cambiamento”, con la nomina dei Viceministri e dei Sottosegretari, il leader del Movimento 5 Stelle ha parlato anche della coalizione: “Dal 1994, non si insediava un Governo senza indagati. Noi abbiamo fatto una bella squadra e ora vogliamo restituire il potere ai cittadini”.
E, a proposito di Salvini e della Lega: “Non siamo alleati con Salvini”, ha sottolineato Di Maio, “abbiamo fatto un contratto: ci presentiamo divisi alle amministrative come alle europee”.  
 

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post