Attentato ad Istanbul

Ieri mattina intorno alle ore 09:00 ora italiana un'esplosione ha scosso Sultanahmet, una delle maggiori attrazioni turistiche della città di Istanbul con almeno 10 morti, di cui 8 sono vittime tedesche, un peruviano ed un norvegese come riferito dalla Cnn turca. Ma il bilancio è ancora incerto… L’esplosione è opera di un kamikaze di origini saudite e militante dell’Isis identificato in Nabil Fadli, un giovane di 28 anni rientrato da poco dalla Siria, che si è fatto esplodere nel pieno centro di Istanbul in mezzo ad un gruppo di turisti tedeschi. Anche un hotel è stato avvolto dalle fiamme in un altro quartiere di Istanbul, Maltepe, che è da collegarsi con la violenta esplosione avvenuta . Negli ultimi mesi ci sono stati anche attacchi episodici da parte di estremisti di sinistra a Istanbul e di violenze tra le forze turche ed i curdi del Pkk , soprattutto nel sudest del Paese, dopo la rottura di porre fine al fuoco. La Turchia e' stata anche colpita dagli attacchi dell'Isis con due esplosioni provocate da kamikaze ad Ankara  che hanno ucciso oltre 100 persone lo scorso ottobre e oltre 30 persone sono state uccise vicino al confine con la Siria a luglio. Tale attacco terroristico sottolinea ancora una volta che c’è una dura guerra da combattere contro il terrorismo e che come molti attentati nascono nel cuore dell’Europa. Sono minacce dell’Isis che già abbiamo conosciuto molto bene nell’anno appena passato e c’è da chiedersi solo se tutte le forze della Nato alleate riusciranno a sconfiggere questo grave “cancro” del terrore e tutte le forme di terrorismo…. Si esprimono anche sentite condoglianze per le vittime, per i loro cari e la Turchia.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post