Maltempo: tour de force per la Polizia Municipale

Maltempo, ufficiali e agenti della Polizia Municipale in campo dalla notte e ancora operativi, senza alcuna pausa. "Innanzitutto agli uomini della Polizia Municipale coordinati dal comandante Alberto Negro – dicono il sindaco Pio Del Gaudio e il vice sindaco Vincenzo Ferraro – vanno i nostri apprezzamenti e quelli dell'Amministrazione. La loro Unità di intervento, il cui operato ha impegnato molte unità dislocate in tutti i punti della città secondo le esigenze, si è trasformata nel corso della notte in una vera e proprio Unità di crisi che ancora ora sta monitorando il territorio comunale per gli interventi di prima necessità, guidando dalla sala Operativa del Comando di viale Lamberti tutte le attività della macchina comunale".
E' il vice sindaco Ferraro, presso il Comando, a coordinare gli interventi, che proseguono su tutto il territorio comunale colpito dagli effetti delle perturbazioni che, da copiosa pioggia, si sono trasformate su alcune zone, in nubifragi e allagamenti, impegnando via via sempre più numerose pattuglie allertate dal comandante Negro. Allo stato, dalla mattinata, sono operative anche squadre di tecnici comunali, al lavoro per gli interventi immediati di messa in sicurezza e per la verifica tecnica della situazione.
Dalle ore 23,00 circa di venerdì, in occasione delle prime copiose piogge, il via del comandante Negro a tutte le pattuglie disponibili, inviate nei punti della città notoriamente soggetti ad allagamenti (sottopassi ecc.).
L’esito di detti sopralluoghi dava esito negativo tranne che per piccoli allagamenti in via di assorbimento.
Dalle ore 23,00 risultava presente sul territorio anche un nucleo del Gruppo Comunale della Protezione Civile composto da 3 unità su veicolo attrezzato, a supporto per le eventuali emergenze.
Con l'aumentare delle piogge, gli agenti continuavano a monitorare la situazione con particolare riguardo ai sottopassi, mentre altre pattuglie si dedicavano ai servizi di sicurezza stradale e di ausilio agli automobilisti.
 Alle ore 00,15, a seguito di pattugliamento esteso alle frazioni per la verifica di eventuali danni conseguenti al nubifragio, la pattuglia composta dal commissario Ferraiuolo, dal sovrintendente Santoro e dall'assistente Marino, veniva data notizia della caduta di alberi sulla carreggiata di viale delle Industrie, all’altezza dell’ex Edison. Gli alberi, di alto fusto e dalla chioma corposa, invadevano la sede stradale, creando impedimento alla circolazione oltre che serio pericolo per la pubblica e privata incolumità, attesa la scarsa illuminazione della zona interessata.
 
Sul posto veniva inviata sul posto anche la pattuglia composta dagli assistenti Scialla e Suppa a supporto per la disciplina del traffico e la segnalazione del pericolo, mentre si provvedeva a chiedere l’ausilio dei Vigili del Fuoco.
Con l’arrivo sul posto del commissario Barbato e del vice commissario Silvestri si estendeva il raggio dei sopralluoghi in zona, verificando che a breve distanza, precisamente sulla rampa di accesso alla Variante Anas in direzione di Caserta, c'era stata la caduta di un altro albero che costituiva, per la posizione di caduta in prossimità di una curva, grave pericolo per la sicurezza stradale.
 
Sul posto,  i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile, con lodevole spirito di iniziativa, agganciavano l’albero più grosso al veicolo in dotazione trasportandolo oltre la carreggiata in modo da liberarla, mentre gli agenti della Polizia Municipale si adoperavano, con pari e lodevole impegno, a liberare la strada dagli alberi di minore dimensione  e degli arbusti sparsi sul terreno.
Alle ore 00,20 la pattuglia composta dall’assistente Feola e dall’ausiliario Allegretta, interveniva sulla Variante ANAS ove erano stati segnalati danni al distributore di carburante Q8 posto sulla direttrice per Maddaloni al Km. 3,700. La strada, sulla quale erano intervenute anche due pattuglie della polizia, era invasa da detriti e dal crollo di strutture degli allestimenti del distributore (coperture delle pensiline e dei locali) che si erano distribuite sulla carreggiata.
Provveduto a segnalare il pericolo con i lampeggianti in dotazione e allertata l’Anas per il recupero dei materiali posti sulla carreggiata, in considerazione del pericolo, la presenza della Polizia Municipale veniva ulteriormente confortata da una ulteriore pattuglia in ausilio composta dagli assistenti Scialla, Suppa e De Santi, coordinati dal commissario Barbato e dal vice commissario Silvestri, mentre, a cura degli stessi titolari del distributore, si provvedeva alla messa in sicurezza dei residui del crollo.
Intanto, alle 00,35 circa, le pattuglie composte dagli assistenti Natale e Tumolo e dagli agenti Abbate, Vitelli e Sagnella, segnalavano l’abbattimento di un traliccio in legno di sostegno per i cavi dell'energia elettrica a San Clemente, sulla via Appia. Il traliccio, a contatto con il suolo, produceva scintillio e gli agenti richiedevano l’intervento dell’azienda erogatrice del servizio.
Mentre una pattuglia stazionava sul posto per salvaguardare l’incolumità dei cittadini, l’altra raggiungeva via Galatina, nel tratto frontale rispetto al cementificio Moccia, ove constatava la caduta di 6 alberi di pino che, dalla proprietà recintata del cementificio Moccia, erano rovinati sui veicoli in sosta. Attivatisi immediatamente,  allontanavano il cospicuo numero di persone e curiosi dall’area, anche perché era possibile il cedimento di un altro albero, ma soprattutto  per sincerarsi del fatto che negli 8 veicoli coinvolti non vi fossero automobilisti intrappolati.
Anche in questo episodio, la Centrale Operativa richiedeva l’intervento dei Vigili del Fuoco, allertando contemporaneamente l'arrivo sul posto di altre pattuglie, con i commissari De Crescenzo, Di Fratta e Perillo, oltre agli assistenti Giusti, Mezzullo, Marino e Zebro.
Alle ore 01,00 circa, mentre gli uomini e i mezzi dei Vigili del Fuoco davano inizio agli interventi, i commissari Perillo e Barbato, con il vice commissario Silvestri e l'assistente Marino, raggiungevano il tratto stradale  Casolla – Mezzano verso Casertavecchia, ove erano stati segnalati altri pericoli.
Effettivamente, a Casertavecchia, approssimativamente all’altezza del ristorante “da Carlo”, si verificava l’ingombro quasi completo della carreggiata a causa di una struttura in legno (presumibilmente una copertura) di notevoli dimensioni, il cedimento verso la carreggiata di un palo metallico in bilico trattenuto solo dai cavi, presumibilmente elettrificati, collegati agli altri pali della linea e da tiranti apparentemente non più in tensione.
Sul posto, in attesa dell’imminente arrivo dei tecnici, stazionavano il commissario Barbato e il vice commissario Silvestri per la segnalazione del pericolo alle automobili in transito.
Il commissario Perillo e l’assistente Marino proseguivano verso Casertavecchia, verificando che sul tratto, a partire dall’incrocio con la frazione di Casola, il transito era ostacolato da rami, anche di grande dimensione, alberi e detriti in genere, oltre che invaso da una fitta nebbia.
Anche la via Della Pineta era invasa da rami, pietrisco e altri detriti, soprattutto da un pino di dimensioni notevoli abbattutosi perpendicolarmente all’asse stradale e appoggiato instabilmente sui due muretti laterali. Tale innaturale posizionamento è di totale impedimento all’uso di detta strada anche ai pedoni. Invasa da rami e detriti anche via Sopra Le Mura. Sulla Panoramica, invece, erano crollate alcune piante di alto fusto che creavano pericolo per la sicurezza stradale rendendone incerta la percorribilità. Sul posto giungeva il personale volontario del Gruppo Comunale di Protezione Civile che si impegnava, con motosega e altri attrezzi, all’eliminazione degli alberi dalla carreggiata.
Nel frattempo, più pattuglie recuperavano sul territorio comunale alcuni new jersey utili a chiudere al traffico la via per Casertavecchia sottoposta al pericolo del palo elettrico in tensione e in bilico sulla carreggiata.
Tutti gli interventi si concludevano alle ore 06,00 di sabato, nella piena ed efficace collaborazione assicurata agli agenti della Polizia Municipale dal Gruppo Comunale della Protezione Civile, da quello del vicino Comune di San Nicola La Strada e dagli operatori di Caserta Ambiente che hanno provveduto, in tempo reale, alla pulizia delle strade.
 

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post