Duecento euro annui a chi si prenderà cura di un amico a 4 zampe ospitato dal canile

“Il cane amico – Adottato anche tu”: è il chiaro messaggio di una campagna di sensibilizzazione lanciata dal comune di Caiazzo sul problema dell’abbandono dell’amico a quattro zampe. Un fenomeno che negli ultimi anni ha raggiunto punte preoccupanti, specie durante il periodo estivo. “*Per quanto riguarda il fenomeno del randagismo *– incalza il sindaco *Stefano Giaquinto* – *confermo che l’andamento è purtroppo in crescita. Il numero delle segnalazioni cresce, con risvolti pericolosi anche sulla viabilità cittadina*”. Così l’amministrazione civica ha pensato che il problema del
randagismo si più combattere anche attraverso l’adozione di un cane da parte dei cittadini. Gli incentivi non mancano. Ad esempio, a chi adotta uno dei 52 cani randagi ospitati presso la struttura  convenzionata con l’ente municipale, sarà garantito un buono annuo della somma di 200 euro fino ad un massimo di 3 anni. Un contributo che sarà emesso in due tranche: 100 euro al momento dell’adozione e la restante parte alla scadenza dell’anno sulla base di un certificato medico veterinario che attesta le condizioni di salute e soprattutto quelle di benessere che il nuovo padrone ha garantito al cane. Il comune retto da Giaquinto dà rilevanti incentivi per chi adotta un cane, ma è anche molto severo con coloro che maltrattano l’animale. La famiglia affidataria, oltre alla firma del modulo di adozione, sarà infatti sottoposta a controlli periodici da parte di volontari della  Protezione Civile al fine di constatare il corretto rapporto di convivenza uomo-animale.

Condividi questo articolo qui:
Stampa questo post Stampa questo post