Progetti sperimentali di volontariato

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 211 del 9 settembre 2008 la Direttiva emanata dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali lo scorso 29 Luglio che stabilisce, per l’anno 2008, le Modalità per la Presentazione di progetti sperimentali di volontariato di cui all’art. 12, comma 1 lettera d), della legge 11 agosto 1991, n.266, finanziati con il Fondo per il Volontariato istituito ai sensi dell’art. 12, comma 2, della legge 11 agosto 1991, n.266 .
Per l’anno in corso le risorse economiche disponibili ammontano complessivamente a 2.300.000, 00 euro: ogni progetto potrà essere finanziato per un massimo di 50.000,00 euro, cifra comprensiva della quota a carico dell’organizzazione proponente (che contribuirà per un 10% del totale).
Potranno presentare progetti associazioni di volontariato, singole o in partenariato, legalmente costituite da almeno 2 anni alla data di pubblicazione della Direttiva ed iscritte nei Registri Regionali del Volontariato: nel caso di una rete di associazioni, dovrà essere indicata, qualora il progetto venga ammesso a contributo, un’organizzazione capofila.
Le proposte operative dovranno vertere sugli ambiti d’azione indicati dal Ministero,vale a dire:
Identificazione e prevenzione del disagio sociale;
Accompagnamento ed inclusione sociale di soggetti a rischio di esclusione,
Promozione e rafforzamento della partecipazione attiva e responsabile nella comunità locale;
Promozione di modelli sulla partecipazione ed integrazione sociale delle persone con disabilità;
Promozione di azioni e modalità rivolte alla prevenzione del disagio minorile e giovanile;
Promozione di forme di volontariato che prevedano il coinvolgimento dei giovani, sviluppando in tal modo esperienze educative, di partecipazione sociale e di integrazione giovanile.
Le azioni in oggetto potranno essere realizzate anche in collaborazione con amministrazioni locali, istituzioni scolastiche e universitarie, nonché con le organizzazioni di terzo settore attive nel territorio di riferimento.
Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il quarantacinquesimo giorno dalla data di pubblicazione della Direttiva sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (ore 12,00) al seguente indirizzo: “Ministero del Lavoro, della salute e delle Politiche Sociali – Direzione Generale per il Volontariato – Divisione III Volontariato- Via Fornovo, 8 – 00192 – Roma”.
Il Csv Asso.Vo.Ce. fornisce, su richiesta, consulenze progettuali.
Per ulteriori informazioni:
CSV Asso.Vo.Ce.
tel: 0823/326981
fax: 0823/214878
e-mail: info@csvassovoce.it

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post