Tre anni e 600 euro condanna ribadita in secondo grado

Nessuno sconto di pena per Giorgio Angrisani condannato a tre anni di reclusione e 600 euro di multa per avere tentato di estorcere denaro ad un uomo al quale era stato sottratto un autoveicolo. La sua vicenda ? terminata ieri al cospetto della Corte d’Appello di Napoli, che ha confermato integralmente la condanna disposta dai giudici del tribunale di Santa Maria C.V. nel primo grado, al termine del processo del luglio del 2004. Il 40enna capuano, in particolare, era accusato di aver ricevuto da ignoti un Fiorino rubato e di avere inoltrato al suo proprietario ripetute richieste di denaro, al fine di ottenerne la restituzione.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post
Postato in Senza categoria