Non ? una lucciola ma un trans, scoppia una maxi rissa.

Durante la notte scorsa, lungo il litorale domitio, tra il Lago Patria e Mondragone, due uomini e due prostitute extracomunitarie sono state coinvolte in una maxi rissa ed uno dei clienti, un residente di Bellona, riportava ecchimosi in varie parti del corpo. L?uomo costeggiava il litorale domitio con la sua auto e, secondo la dichiarazione delle due donne, dava loro fastidio con parole offensive e sberleffi. Arriva un altro gruppo costituito da due ?lucciole? ed egli ne invita una a salire in macchina. All?attimo cruciale il quarantenne bellonese si accorge che la donna ? in realt? un transessuale. In preda alla rabbia tenta di sbattere fuori dell?auto l?ospite. Si scatena una rissa ed in aiuto del trans arriva la sua amica. Il transessuale ? alle prese con il cliente che non intende pagarlo. Le urla si trasformano in colluttazione. Ad avere la peggio ? colui il quale avrebbe dovuto dimostrarsi il pi? virile tra i tre. Il transessuale che non era stato pagato, lancia la pesante borsetta sulla testa del quarantenne. Interviene un terzo uomo che tenta di sedare la rissa e anch?egli ? coinvolto nella colluttazione riportando graffi ed ecchimosi al volto. I litiganti raggiungono il vicino ospedale per le dovute medicazioni.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post
Postato in Senza categoria