Vendite fasulle in TV.

Gli imbonitori che tentano di vendere in televisione qualsiasi prodotto, spesso, risultano dei grandi imbroglioni. Un giovane 23enne di Bellona, G.G., durante il pomeriggio, era solito trascorrere alcune ore a guardare le cosiddette vendite televisive. Il caso ha voluto che si lasciasse convincere da una bionda imbonitrice la quale invitava i telespettatori a telefonare per acquistare: orologi, macchine da caff?, sedie a sdraio, televisori, asciugacapelli ecc. mancavano due settimane al compleanno della mamma di G.G. ed il giovane decide di acquistare alcuni prodotti mostrati in televisione. Digitando il numero impreso sullo schermo, effettua la telefonata richiesta dall?imbonitrice e, dall?altro capo, risponde un dipendente della ditta che, a sua volta, chiede il numero telefonico da dove G.G. chiamava per assicurarsi della veridicit? della telefonata. Il giovane scelse, per sua madre: un orologio, un asciugacapelli, un accappatoio e due vestaglie da notte. Trascorsi pochi giorni, un corriere consegna la merce richiesta. Il bellonese, effettuato il pagamento, inizia ad osservare la merce che avrebbe regalata alla mamma. Il giorno del compleanno la madre del giovane si mostr? commossa per tanta attenzione da parte del figlio. La festa di compleanno continu? allegramente. Dopo quindici giorni l?anziana signora, dovendo recarsi pressa la casa di un?amica, pens? di portare con s? l?orologio ricevuto in regalo. Ebbe una sgradita sorpresa: l?orologio non funzionava e, dubbiosa, volle accertarsi anche della funzionalit? dell?asciugacapelli. Neppure quest?apparecchio funzionava. Gli unici regali utili, anche se di qualit? scadente, furono: l?accappatoio e la vestaglia. L?anziana donna, per non arrecare dispiacere il figlio, prefer? tacere ma, chiese al giovane di non effettuare mai pi? acquisti offerti dagli imbonitori televisivi.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post
Postato in Senza categoria