La dipartita di Salvatore Cioppa

L?intera comunit? bellonese ? rimasta profondamente addolorata per la scomparsa di Salvatore Cioppa, l?ultimo maniscalco della zona. Salvatore aveva svolto la suddetta attivit?, ormai in disuso, in via Gaetano Rossi di Bellona, quando l?unico mezzo di trasporto era il carro trainato da cavalli. Un lavoro che aveva appreso, fin da ragazzo, lavorando al fianco di suo padre Aurelio e dal quale trasse il necessario sostentamento per la sua famiglia. Salvatore, non solo era un rispettato maniscalco ma anche un conoscitore dei disturbi fisici che affliggevano i cavalli. Infatti, bellonesi e non, si rivolgevano a lui per ottenere utili suggerimenti sul farmaco adatto a curare gli animali. Egli mostrava tutta la sua disponibilit? e, spesso, interveniva gratuitamente recandosi a casa dei suoi ?pazienti?. La serenit? della vita di pensionato fu sconvolta il 27 dicembre 2002, a causa dalla dipartita del figlio Elio, membro della Polizia Municipale di Bellona. Il quarantenne Vigile Urbano si accasci? al suolo mentre gustava un caff? in un noto bar della Citt?. Nell?immenso dolore, Salvatore cerc? la rassegnazione che non riusc? mai a trovare. Spesso lo si vedeva in Piazza Umberto I? assorto nei suoi pensieri e la tristezza sul volto privo di quella gioiosit? che lo aveva sempre distinto. Il rito funebre ? stato celebrato nella Chiesa Madre di Bellona stracolma di persone accorse per esternare il loro ultimo saluto ed il profondo cordoglio ai familiari dell?ultimo maniscalco. Con la dipartita di Salvatore scompare un altro mestiere che, in passato, ? stato di vitale importanza per l?economia di Bellona.

Condividi questo articolo qui:
error
Stampa questo post Stampa questo post
Postato in Senza categoria